beta 80
BETA 80 GROUP S.R.L
VIA SOCRATE, 41 20128 MILANO
P.IVA 12960380158
VIGILI DEL FUOCO

CUSTODI DELLA SICUREZZA
Per garantire l’incolumità di persone e cose, i Vigili del Fuoco affrontano quotidianamente, in una corsa contro il tempo, le più diverse situazioni di emergenza: incendi, crolli, frane, esondazioni, calamità naturali. Inoltre intervengono per sventare i rischi dovuti all’energia nucleare e all’uso di sostanze chimiche, batteriologiche o radiologiche. Usano elicotteri, auto pompe serbatoio ed autoscale. Sono dotati di attrezzature specifiche: sistemi di ventilazione contro il fumo, attrezzi per tagliare, bruciare o fondere i materiale, pinze idrauliche e cavi traino per il recupero di persone e veicoli. Rapidità di intervento, disponibilità dei mezzi e qualità delle strumentazioni sono i fattori da cui dipende l’efficacia dell’intervento.
Il fulcro di tutto è il 115, la Centrale Operativa di coordinamento, ed emma è la soluzione per realizzarla.

CHIAMATE DI SOCCORSO
La Centrale Operativa 115 dei Vigili del Fuoco coordina tutta l’attività. Si fa carico di:

  • rispondere tempestivamente alle chiamate
  • assegnare i mezzi e il personale più adeguati
  • attivare nel più breve tempo i mezzi scelti
  • tracciare le missioni e monitorare gli equipaggi
  • registrare i dati delle missioni per fini statistici

La Centrale Operativa è un insieme di tecnologia, modelli e conoscenza. Per poter garantire il coordinamento, la Centrale Operativa deve realizzare la massima integrazione di strumenti, infrastrutture e processi.

 

emma RISPONDE
emma è la soluzione per costruire le Centrali Operative 115. emma è l’insieme di sistemi software, tecnologie hardware e competenze tecniche necessarie per coordinare le attività di soccorso. I moduli funzionali di emma supportano i Vigili del Fuoco in tutte le fasi di intervento, dalla presa in carico della chiamata alla compilazione dei documenti di legge.

Call-taking: l’operatore risponde alla chiamata, comprende l’evento e valuta i rischi.
Orchestration: l’operatore decide in tempi brevissimi, con il supporto delle opportune basi dati, quali sono i mezzi di soccorso e le attrezzature necessarie, sulla base di caratteristiche tecniche, disponibilità e vicinanza.
Dispatching: vengono allertati il corpo di competenza territoriale, il corpo più veloce (vicinanza al luogo), e il corpo che dispone di una risorsa necessaria.
Reporting: l’evento viene chiuso con la compilazione dei rapporti con valore legale.